Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

News

Stop alla Riforma? No grazie.

I valori restano nel tempo, le persone e i modelli organizzativi cambiano.

dal 29 giugno 2018 al 28 febbraio 2019

Anche le BCC del Friuli Venezia Giulia hanno espresso chiaramente la propria opinione, in linea con il movimento nazionale, in merito al prospettato rinvio della riforma del Credito Cooperativo.

Rinvio che è tornato di attualità in seguito all'insediamento del nuovo governo che a più riprese ha confermato il proprio orientamento in questo senso e che di fatto sospenderebbe un processo di Autoriforma già in stato avanzato che dovrebbe partire il 1 gennaio 2019.

Con un comunicato congiunto Confcooperative, Federcasse, Iccrea, Cassa Centrale Banca, Cassa Centrale Raiffeisen hanno ufficialmente dichiarato la loro opposizione a qualsiasi intervento orientato alla moratoria o addirittura allo stop della Riforma avviata.

Le BCC del Friuli Venezia Giulia, in linea con il Movimento nazionale, hanno quindi affermato la propria convinzione che l'attuazione della Riforma del Credito Cooperativo rappresenti un passo importante e decisivo per il futuro, ribadendo che sia la condizione per dare forza e concretezza alla necessaria riorganizzazione e modernizzazione del sistema.

A maggior ragione dopo un percorso condiviso durato più di tre anni e che ci vede adesso impegnati nella sua fase finale, dopo che i Soci hanno espresso il loro parere favorevole e molti sforzi economici e organizzativi sono già stati compiuti.

Guarda la comunicazione delle BCC regionali

Guarda il comunicato congiunto delle BCC aderenti al Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale Banca

Guarda il comunicato ufficiale del Credito Cooperativo

 

  • Seguici anche su